Antropologia filosofica. La peculiarità dell'umano in by Maria Teresa Pansera

By Maria Teresa Pansera

Show description

Read or Download Antropologia filosofica. La peculiarità dell'umano in Scheler, Gehlen e Plessner PDF

Best italian books

Ali di babbo

Roma, Nottetempo, 2008, eightvo brossura con copertina illustrata a colori, pp. 142.

Qualità dei Dati: Concetti, Metodi e Tecniche

L. a. scarsa qualit� dei dati può ostacolare o danneggiare seriamente l’efficienza e l’efficacia di organizzazioni e imprese. l. a. crescente consapevolezza di tali ripercussioni ha condotto a importanti iniziative pubbliche come los angeles promulgazione del "Data caliber Act" negli Stati Uniti e della direttiva 2003/98 del Parlamento Europeo.

Additional info for Antropologia filosofica. La peculiarità dell'umano in Scheler, Gehlen e Plessner

Example text

Si pensi ai casi dell’opposizione preconcetta a regolare l’acqua alta in Laguna di Venezia18 o della demonizzazione delle onde radio e dei campi elettromagnetici associati alle reti di alta tensione19. Riassume bene tutti gli idoli il riferimento biblico al dio Mammona, parola aramaica che ha significati diversi ma che coinvolgono ricchezza e menzogna, quindi sono un esplicito riferimento al peccato originale. Nel quadro di Beppe Ingegnoli (1901-1999) il Serpente d’oro che simboleggia il Male genera ogni violenza e distrugge l’uomo e la Terra (Fig.

Un’ecologia generale che si dimostra, quindi, incapace di controbattere l’interpretazione visuale, estetico-percettiva del termine paesaggio (bel panorama, bene ambientale), contrapponendovi il concetto ecologico di paesaggio come specifico livello di organizzazione della vita; 4. il rimanere arretrata rispetto all’avanzare dei paradigmi scientifici degli ultimi decenni, fatto che ha comportato interpretazioni della realtà che non sono più accettabili oggi. Si permette così a gruppi pseudopolitici di appropriarsi di concetti ecologici che non sono applicabili ai problemi del territorio, seguendo indirizzi spesso di tipo scientista.

Si noti che questa nuova denominazione – bionomia 2 Bionomia del paesaggio del paesaggio – si distingue dall’ecologia del paesaggio come oggi intesa anche per un’altra ragione: quella dell’indirizzo disciplinare. 2) e non va solitamente molto al di là del concetto di spazialità degli organismi. Solo da pochi anni si inizia a essere in grado di integrare i suoi molteplici aspetti e ad allargarne il campo disciplinare. Per esempio, si considerava l’ecologia del paesaggio come “transdisciplina” perché non si era ancora visto che un’integrazione più profonda, in un congruo intervallo di scala, delle componenti della vita avrebbe portato a una disciplina ecologica a sé stante, capace di rinnovare diversi aspetti dell’ecologia generale.

Download PDF sample

Rated 4.85 of 5 – based on 43 votes